Didattica multimediale e borse di studio per i ragazzi di Lahore e Quetta, Pakistan

Stato progetto 
In corso
Obiettivo euro
35.000

Quetta è la capitale del Baluchistan, la più grande delle quattro province del Pakistan in termini di territorio che occupa, ma la meno popolata con solo 12.344.408 milioni di abitanti su una popolazione pakistana totale di 220.774.550 persone (censimento nazionale pakistano 2017). La maggior parte degli abitanti di Quetta sono musulmani. I cristiani sono circa 80.000 e si caratterizzano per essere anche una popolazione molto giovane, povera e, anche se parte della società tradizionale, ancora molto vulnerabile e priva di opportunità di sviluppo. Sebbene siano una condizione migliore in termini di istruzione rispetto ad altre minoranze, hanno ancora pochissimo accesso a posizioni politiche e sociali elevate a causa della loro fede. Un articolo apparso su The Express Tribune (2020) sottolinea che il Baluchistan ha un basso tasso di alfabetizzazione pari al 43%, inferiore al tasso medio nazionale di alfabetizzazione che corrisponde al 58%. Questo è un fattore importante nel lavoro dei Salesiani nel campo dell’educazione e dell’istruzione dei minori.
Lahore è una città del Pakistan situata sul fiume Ravi, affluente dell’Indo. Con una popolazione di 11.126.285 abitanti (2017) è la seconda città del Pakistan dopo Karachi ed è tra le prime 30 metropoli del mondo. È la capitale della regione del Punjab ed è un grande centro universitario e culturale; ospita alcune tra le moschee più grandi dell’Asia.

La Don Bosco Educational Society (DBES) in Pakistan lavora sotto la direzione dei Salesiani per il miglioramento dello sviluppo giovanile e fornisce ai giovani istruzione e formazione professionale in Baluchistan e Punjab.

Centro Didattico Don Bosco di Quetta
Nel 2003, i Salesiani hanno aperto il Don Bosco Learning Centre (DBLC) per i bambini della zona, cristiani, musulmani e indù di diverse etnie. Da allora fino ad oggi, il Centro ha servito 5.200 bambini dall’asilo alla classe decima. Il DBLC è una scuola registrata presso il Ministero dell’Istruzione pakistano, che offre istruzione di base a ragazzi di diverse etnie (Baloch, Pathan, Afghani, Hindu, Hazara e Punjabi). Ogni giornata scolastica inizia con la “Preghiera per la pace” di San Francesco che instilla nella mente di questi bambini che la pace è universale, collettiva e che la pace può essere raggiunta indipendentemente dalla religione o dal gruppo etnico a cui appartengono.

Liceo Don Bosco di Lahore
La New Don Bosco High School (NDBHS) offre un’istruzione di livello internazionale e utile per la comunità cristiana in Pakistan. Si impegna a fornire un ambiente di apprendimento efficiente per ogni ragazzo aiutandolo a competere ed eccellere nell’ambiente in rapida evoluzione di oggi. L’Opera Salesiana si prende particolarmente cura delle fasce economicamente e socialmente deboli della società attraverso l’educazione inclusiva. La sfida che la NDBHS si pone è quella di sviluppare un sistema scolastico di qualità a costi contenuti, per fornire un’istruzione di livello medio-alto in lingua inglese.

Il Progetto

La Don Bosco Educational Society (DBES) è intenzionata a migliorare la sua metodologia di apprendimento: partendo dal dato di fatto che i bambini parlano diverse lingue locali, intende offrire l’opportunità di imparare allo stesso tempo a leggere e scrivere usando l’urdu (la lingua nazionale) e l’inglese (la lingua ufficiale del Paese).
Inoltre, data la situazione che si è venuta a creare con la pandemia COVID-19, la DBES si vuole attrezzare per l’insegnamento e l’apprendimento a distanza attraverso le tecnologie digitali.
I Salesiani del Pakistan, credono fermamente che attraverso l’educazione sia possibile cambiare il futuro delle nuove generazioni e ridurre la povertà. Questo processo pone le fondamenta per una nuova società, dove tutti possano vivere insieme e in pace.
Il Don Bosco Learning Centre di Quetta ha introdotto per le classi primarie l’insegnamento dell’urdu e l’apprendimento digitale basato sull’inglese, attraverso la fornitura di audiovisivi.
Questo aveva migliorato l’insegnamento dei docenti e le capacità di apprendimento degli studenti. Incoraggiata da questa esperienza la DBES vorrebbe espandere questa tecnica anche agli altri gradi di insegnamento ed esportare il modello formativo anche al Liceo di Lahore.
Il progetto mira a migliorare i percorsi educativi della Don Bosco Educational Society rispetto alla capacità di apprendimento dei bambini di Lahore e Quetta, attraverso la fornitura di materiale multimediale didattico (Smart Board).
Inoltre, la DBES, attraverso l’attribuzione di 50 borse di studio, si pone l’obiettivo di garantire l’accesso alla scuola a ragazzi meritevoli, in particolare i figli delle famiglie che non possono permettersi di pagare gli studi.

La Fondazione Opera Don Bosco ha accolto il progetto presentato dei Salesiani del Pakistan e il 21 dicembre 2020 ha inviato un contributo di € 35.000,00 per la sua realizzazione.

Alla fine del mese di luglio 2021, gli obiettivi previsti dal progetto sono stati realizzati:

  • installazione di Smart Board con i relativi software didattici nelle due scuole di Lahore e Quetta;
  • attribuzione di 50 borse di studio agli studenti delle due scuole più meritevoli provenienti da famiglie con difficoltà economiche.

 

CONTRIBUISCI ANCHE TU, GRAZIE!

Guarda la Gallery
I nostri progetti nel mondo
Informazioni ai benefattori
Newsletter Iscriviti ora