Un 'aula informatica per i bambini a rischio della Casa Miguel Magone di Monte Salvado

Paese
PERÙ
Stato progetto 
In corso
Obiettivo euro
18.732

Dal 16 marzo 2020 il governo peruviano ha decretato lo stato di emergenza, al fine di proteggere la popolazione e ridurre il contagio da COVID-19. Il presidente ha firmato un decreto che estende lo stato di emergenza nazionale e di immobilizzazione sociale obbligatoria (quarantena) in alcuni dipartimenti e province del Perù e tra queste il dipartimento di Cusco, nel quale si trovano le Missioni Salesiane dell'Altos Andinas (Quebrada Honda, Monte Salvado, Amparaes, Lares e Calca).

D'altra parte, è stato ordinato anche il divieto di uscita e non possono ricevere visite i bambini di età inferiore ai 14 anni e gli adulti oltre i 65 anni, perché sono gruppi a rischio. Anche se il nostro Perù è stato il primo paese in America Latina ad adottare misure di contenimento del COVID-19, è attualmente uno dei paese con la più alta mortalità, secondo gli ultimi dati dell'Istituto Nazionale di Statistica e Informatica (INEI).

Il Progetto

Per questo motivo i Salesiani di Monte Salvado hanno deciso di ristrutturare l'aula informatica e inserire trenta nuovi computer, per dare supporto educativo ai bambini in svantaggio sociale accolti nella Casa Miguel Magone, provenienti dalle aree missionarie delle Valli di Yanatile e Lacco, e obbligati a rimanere in comunità non potendo frequentare la scuola.

L'obiettivo del progetto è quello di migliorare i loro livelli di apprendimento e ottenere una formazione di qualità in modo che in futuro possano essere attori del proprio sviluppo e quello delle loro famiglie.

Per realizzare la nuova aula informatica e acquistare l'attrezzatura necessaria servono € 18.732,78.

La Fondazione Opera Don Bosco, insieme a ODB Network, ha deciso di sostenere questo progetto, inviando € 10.000,00 a maggio 2021.

GRAZIE PER IL TUO AIUTO!

Guarda la Gallery
I nostri progetti nel mondo
Informazioni ai benefattori
Newsletter Iscriviti ora