DISEGNIAMO
IL FUTURO

disegnare /di·se·gnà·re/ = descrivere col proprio movimento o col proprio percorso.

 

Nei primi dieci anni di attività, la Fondazione Opera Don Bosco Onlus ha tracciato il percorso per creare un’opera di bene straordinaria, ma questo è solo l’inizio di una grande avventura.

Con questo progetto, composto da “dieci video pillole + una”, desideriamo condividere ciò che abbiamo già realizzato e dare un volto a molti dei bambini, missionari e donatori che hanno contribuito a dare vita e significato alla nostra Fondazione. Ogni tassello di questa storia di amore e speranza racconta l’importanza dell’impegno, dell’educazione e dell’assistenza nei luoghi dove è più necessaria.

Attraverso queste immagini vogliamo raccontarvi solo alcuni dei Paesi e dei progetti più significativi, che hanno contribuito a definire l’identità più profonda della nostra Fondazione. In realtà, operiamo anche in moltissimi altri posti del mondo, offrendo sostegno a giovani e bambini per aiutarli a costruire un futuro migliore per se stessi, per le loro famiglie e il loro Paese.

Ora, vi invitiamo ad immergervi in questa storia, raccontata dalla Fondazione Opera Don Bosco, in cui ogni contributo, grande o piccolo, fa la differenza per disegnare un futuro a colori, là dove la realtà sembra essere solo in bianco e nero.

 

 

CAPITOLO 1 - Un disegno iniziato tanto tempo fa

Il progetto Adozioni in Etiopia è nato dall'impegno appassionato di don Arturo Lorini.

La Fondazione Opera Don Bosco Onlus ha raccolto questa eredità nel 2013 e continua a diffondere speranza e amore. Questo disegno umanitario si è evoluto e coinvolge sempre più persone, donatori e volontari.

Grazie all'impegno dei Salesiani e dei missionari, questa opera di bene continua a dipingere un futuro migliore per i bambini del mondo, mantenendo viva la memoria di don Arturo. La storia è un racconto di amore, coraggio, perseveranza e fiducia nel potere del disegno per cambiare il mondo.
 

CAPITOLO 2 - I donatori, la spinta per il cambiamento

I donatori rivestono un ruolo fondamentale nella Fondazione Opera Don Bosco Onlus.
Ogni donazione, grande o piccola, è un passo verso la rottura del ciclo di povertà e l'offerta di opportunità ai giovani e alle comunità bisognose. Essere donatori va oltre l'atto altruistico; è un legame con la Fondazione e un'opportunità di vedere il proprio contributo trasformarsi in cambiamenti concreti nella vita delle persone.

I donatori sono il cuore pulsante dell'organizzazione, il motore di cambiamento e la fonte di speranza per un mondo migliore. La loro generosità è un faro di luce nelle vite di coloro che beneficiano dei progetti sostenuti dalla Fondazione.
 

CAPITOLO 3 - Etiopia: una presenza, un legame, un impegno

La presenza dei Salesiani in Etiopia ha una storia ricca di impegno e dedizione. Tutto ha avuto inizio con l'arrivo dei primi Salesiani dagli Stati Uniti nel 1975, seguiti da altri missionari italiani.

La visita di don Arturo Lorini nel 1989 ha dato inizio al "Progetto Etiopia," che si è poi evoluto nel "Progetto Adozioni a distanza." Il suo legame speciale con l'Etiopia ha ispirato la Fondazione Opera Don Bosco Onlus a sostenere oltre 2.500 bambini ogni anno e finanziare progetti socio-educativi. Questi sforzi hanno contribuito a migliorare la vita dei giovani etiopi.

CAPITOLO 4 - India: un disegno di inclusione

L'India ospita una presenza significativa dei Salesiani con oltre 400 opere distribuite su diverse Ispettorie. La collaborazione tra la Fondazione e i Salesiani ha portato a progetti di grande rilevanza. Un esempio è il Don Bosco Anbu Illam nel Tamil Nadu, un centro che accoglie bambini di strada e lavoratori abbandonati, offrendo loro cibo, istruzione, assistenza sanitaria e amore.

CAPITOLO 5 - Brasile: un legame profondo tra Salesiani e giovani

La presenza dei Salesiani in Brasile è iniziata nel 1883, con un forte impegno nell'educazione e nell'assistenza ai giovani svantaggiati. Don Bosco è diventato un'ispirazione per i giovani, offrendo loro un rifugio, un'istruzione e affetto. La collaborazione tra la Fondazione e i Salesiani ha sostenuto progetti come la "Società dell'Allegria" e la "Scuola di Calcio e Pallavolo," fornendo opportunità di crescita e speranza per i giovani emarginati.

CAPITOLO 6 - Libano e Siria: una presenza per la pace

I Salesiani sono attivi in Siria e Libano, nonostante le difficoltà dovute alla guerra e alle sfide socio-politiche. La Fondazione Opera Don Bosco Onlus sostiene i loro sforzi, permettendo loro di fornire servizi educativi e formativi alle comunità locali, specialmente ai giovani. In Siria, offrono borse di studio, formazione professionale e doposcuola per giovani svantaggiati. In Libano, si dedicano ai rifugiati iracheni e siriani, offrendo supporto educativo e programmi per la crescita e l'integrazione sociale.

CAPITOLO 7 - Myanmar: una missione di crescita e speranza

I Salesiani e le Suore Salesiane Figlie di Maria Ausiliatrice sono impegnati in opere educative e sociali in Myanmar, nonostante la piccola percentuale di cattolici nel paese.
La Fondazione Opera Don Bosco Onlus supporta queste iniziative, consentendo loro di continuare nella missione di formazione delle nuove generazioni e di sostegno alle comunità locali. Inoltre, la Fondazione ha contribuito a iniziative specifiche, come l'aiuto alle famiglie bisognose a Chanthagon e la costruzione di una nuova ala per il Centro Nazareth di Anisakan, creando un impatto positivo sulle vite delle persone e sul futuro del Myanmar.

CAPITOLO 8 - Repubblica Democratica del Congo: un disegno cresciuto negli anni

I Salesiani sono attivi in diverse opere in Repubblica Democratica del Congo e Congo Brazzaville, fornendo servizi educativi, sociali e pastorali alle comunità locali. La Fondazione Opera Don Bosco Onlus collabora con loro, sostenendo missioni specifiche in diverse città. In particolare, vengono fornite macchine da cucire per insegnare alle giovani donne l'arte della sartoria e offrire loro autonomia economica. Inoltre, i Salesiani gestiscono un centro a Mbuji Mayi per accogliere i "bambini stregone" e offrire loro un rifugio sicuro, istruzione e speranza.

CAPITOLO 9 - Guatemala e Uruguay: tutto si trasforma

I Salesiani hanno una presenza significativa sia in Guatemala che in Uruguay, gestendo diverse opere che offrono servizi educativi, sociali e pastorali alle comunità locali. La Fondazione Opera Don Bosco Onlus collabora con loro, supportando progetti che promuovano valori e ambienti positivo. In Uruguay, c'è un progetto innovativo chiamato "Nulla Viene Distrutto, Tutto si Trasforma" che integra tematiche ambientali nelle scuole e promuove il riciclaggio, l'uso di energie rinnovabili e giardini biologici.

Informazioni ai benefattori
Newsletter Iscriviti ora